Fibre ottiche a Gardeccia

Da il 28 novembre 2010

Questo articolo è già stato letto 883 volte!

Le fibre ottiche arrivano nel cuore delle Dolomiti.  In occasione della  super tappa del Giro d’Italia  prevista per domenica 22 maggio l’alta tecnologia approderà a Gardeccia, porta del Catinaccio. Le guaine di colore giallo dove cavi sottilissimi permettono la trasmissione di dati, voci e immagini a elevata velocità toccheranno Pian Pecei e di qui proseguiranno per Gardeccia. Le fibre ottiche non saranno una infrastruttura temporanea ma definitiva. Lo ha detto Andrea Weiss, direttore dell’Apt, a margine dell’assemblea dei soci tenuta a Canazei. La soluzione arriva dopo un recente sopralluogo della squadra che ha il compito di organizzare l’evento. Dalla visita era emerso subito un problema di non facile soluzione. Gardeccia è un luogo troppo angusto e fragile per accogliere i numerosi mezzi che hanno il compito di assicurare i collegamenti tra la gara e il mondo. Così si è optato di parcheggiare a Pozza di Fassa tutti i mezzi che non sono indispensabili nella parte culminante della gara. Il «ponte» tra l’arrivo e la macchina organizzativa e mediatica sarà assicurato dalle fibre ottiche. Una volta archiviato l’evento l’infrastruttura resterà a disposizione delle funivie e di Gardeccia. Quella parte di montagna risulterà quindi una delle più infrastrutturate delle Dolomiti. Già ora i rifugi della zona sono collegati alla rete elettrica e scaricano le acque nere nel depuratore comunale di Pozza. Nel corso dell’assemblea annuale ordinaria dei soci dell’Apt di Fassa è stato approvato il bilancio di previsione 2011 che pareggia sulla bella cifra di 4 milioni e 320mila euro. La Provincia di Trento ridurrà di circa un milione e 250mila euro il trasferimento alle aziende di ambito. La Valle di Fassa prevede un  taglio di 130mila euro. «Cercheremo di migliorare la nostra operatività – spiega il direttore  Andrea Weiss – e coinvolgeremo di più i nostri partner privati. La nostra azienda di ambito è stata quella che di più ha creduto nella partecipazione dei privati e questo rimane per noi un punto di forza».

About Gilberto Bonani

Corrispondente giornali Trentino, Vita Trentina e Avisio

Commenta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Ulteriori informazioni | Chiudi