La Val di Fassa in TV: Sabato su Rai Uno con Linea Bianca

Da il 9 gennaio 2020
linea bianca

Questo articolo è già stato letto 163835 volte!

 Linea Bianca approda in Val di Fassa. L’appuntamento con la puntata del programma di Rai Uno dedicato alla valle ladina è fissato per sabato 11 gennaio alle ore 14.

Il conduttore Massimiliano Ossini, insieme ai colleghi Lino Zani e Giulia Capocchi, si è recato in Val di Fassa nel mese di dicembre, alla scoperta di storie e personaggi. Tra questi ultimi troveremo nella puntata a cura della regista Eleonora Nicoli, le guide alpine Sergio e Daniele Rosi, padre e figlio, gestori del Rifugio Passo Principe, anche nella stagione invernale. E ancora l’allevatore Gunther Prinoth, che presso il suo Rifugio Friedrich August al Col Rodella ha unito mucche scozzesi e yak, che sono diventati una vera attrazione in quota. Altro personaggio interessante è poi quello di Carlotta Buonomini del Ranche Charlotte Horse Riding di Campitello, impegnata nel recupero di cavalli maltrattati.

Tante le sfaccettature della valle mostrate dai conduttori. Dalle leggende locali, come quella del turco, da cui si dice prenda il nome il celbre rione di Moena, al mondo dello sci e del freerider, esplorato insieme all’istruttore di sci Mattia Felicetti e i colleghi della scuola di Vigo tra le piste del Ciampedie, dove vengono formati i campioni di sci di domani. Spazio anche alla cucina locale, con il racconto della storia della chef a domicilio Elena Vian, tornata in valle dopo aver girato il mondo e di Nadia Pitto, imprenditrice agricola produttrice di tisane a base di piante officinali coltivate nei dintorni di Vigo. Tanti racconti che si sviluppano sul magico sfondo delle vette dolomitiche imbiancate.

Come nelle precedenti puntate, spazio sarà anche destinato ai volontari del Soccorso Alpino e alle squadre di cinofili del Centro di Addestramento Alpino della Polizia di Moena, che simuleranno un intervento in valanga.

linea bianca

About VallediFassa.com

Blogger di www.valledifassa.com www.valledifiemme.it e www.predazzoblog.it

Commenta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Ulteriori informazioni | Chiudi