Ripristinato il sentiero Soraga – Pociace

Da il 13 luglio 2011

Questo articolo è già stato letto 1544 volte!

E’ stato ripristinato lo storico sentiero che dal centro del paese porta fino al baito delle Pociace, nel gruppo della Valacia. Poco più di tre chilometri percorribili in 90 minuti permettono agli escursionisti di cogliere inaspettate visioni sulla Roda di Vael e il gruppo del Catinaccio. Il tracciato è stato accatastato e segnalato dalla SAT di Moena che raggruppa anche iscritti del Comune di Soraga. All’inaugurazione erano presenti il sindaco di Soraga Roberto Pellegrini con il vicesindaco e l’assessore al bilancio, l’amministrazione comunale di Vigo di Fassa (il baito è sul Comune di Vigo) con il sindaco Franco Lorenz, il presidente della SAT di Moena Luigi Casanova accanto al vicepresidente Domenico Sighel, responsabile dei sentieri, altri soci satini e rappresentanti del Consiglio direttivo della SAT di Centro Fassa. Il sindaco Pellegrini ha sottolineato l’importanza, per il territorio, di avere percorsi ben tracciati e sempre agibili. Ha ringraziato la SAT per la qualità del lavoro svolto riconoscendo ai soci un ruolo fondamentale nella ripresa della conoscenza più intima della identità e della cultura della montagna. Casanova ha ribadito l’importanza dei sentieri nel comunicare i valori essenziali della montagna, veicoli di conoscenza e di esplorazione, anche quando come in questo caso, si presentano solo come sentieri escursionistici. Domenico Sighel ha sottolineato come l’intero patrimonio di sentieri gestito dalla SAT sul comune di Soraga ormai superi i 33 chilometri e ha rimarcato l’azione svolta dal sodalizio nella manutenzione di questo strategico settore anche nell’ottica di un turismo sempre più orientato all’aria aperta e al benessere. Il sentiero parte in vicinanza dell’ufficio turistico e supera un dislivello di 490 metri. Permette l’ulteriore salita alle vette della Valacia oppure offre una gradevole discesa a S. Giovanni.

About Gilberto Bonani

Corrispondente giornali Trentino, Vita Trentina e Avisio

Commenta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Ulteriori informazioni | Chiudi