“Gioco in Bolla” la scienza dell’azzardo in mostra

Da il 6 marzo 2018
gioco in bolla

Questo articolo è già stato letto 99187 volte!

In occasione del Pi Greco day 2018 (14 marzo), la giornata mondiale della matematica, con lo scopo di avvicinare il grande pubblico alla materia più temuta e antipatica di tutto il panorama scolastico, gli studenti dei Licei di Fassa tornano alla ribalta con la loro nuova mostra scientifica “Gioco in Bolla”.

L’allestimento, cosparso di giochi, attività e curiosità, conduce alla scoperta di una delle branche della scienza dei numeri più diffusa e applicata in tantissimi ambiti della nostra quotidianità: il calcolo delle probabilità. Statistiche, indagini, predizioni sono solo alcuni dei campi di applicazione di questa disciplina, diffusa in tantissimi altri settori, dall’economia alla sociologia, fino alla fisica e da ultimo, anche nella teoria dei giochi.

È più probabile vincere comprando una schedina del Superenalotto o un Gratta e vinci? Le slot machine e i casinò online possono davvero renderci milionari? Scommettere su internet piuttosto che in ricevitoria dà maggiori garanzie di vincita? Queste e tante altre sono le questioni che verranno trattate tra le stanze della mostra ideata, progettata e realizzata da un gruppo di circa 25 studenti di diverse classi dei diversi indirizzi di studio (scientifico, linguistico e artistico), che ognuno a suo modo e con le sue competenze specifiche ha contribuito a dar vita ad un percorso espositivo ricco di spunti e di suggestioni.

Spesso si ha una visione distorta di quanto un evento sia improbabile e in quanto esseri umani, per nostra stessa natura siamo portati talvolta a fidarci più del nostro sesto senso, piuttosto che della nostra ragione. Esperimenti e attività  a “Gioco in Bolla” vogliono farci riflettere ed osservare come i giochi d’azzardo siano costruiti a puntino per ingannarci e per creare una sorta di filo invisibile che attorciglia il giocatore e gli impedisce di divincolarsi, fino talvolta a diventare una vera e propria trappola.

Nella stanza del Tabacchino saranno svelati i segreti dei Gratta e Vinci e smascherate tutte le leggendarie vicende che riguardano il gioco del Lotto. Un vero e proprio casino riprodotto per l’occasione, darà modo di comprendere i meccanismi della roulette russa e di come questa sia progettata per far perdere allo scommettitore in media 2,7 cent per ogni euro giocato. Da qui il titolo della mostra, per far intendere che il Gioco non è affatto equilibrato, “in bolla”: nelle sale da gioco tutto è progettato assolutamente in modo non equo, sempre a favore del banco. Ci sarà uno spazio dedicato alle scommesse online, che coinvolgono sempre più persone, grandi e piccoli.

La parte finale dell’allestimento, ricca di colpi di scena, farà scoprire alcune delle tecniche meschine che le case da gioco adottano per invogliare uomini e donne a spendere il loro tempo e i loro averi davanti ad una macchinetta o a un tavolo da poker virtuale. Non mancheranno riflessioni e testimonianze di chi è rimasto ingabbiato nella “bolla” della dipendenza da gioco, sempre più diffusa anche nei nostri paesi, spesso collegata ad altre fragilità come l’alcol o le droghe.

Per la realizzazione della mostra è stata importante la collaborazione con Marino Pederiva, Presidente dell’Associazione Occhio al Gioco, che da anni porta avanti il suo messaggio NO SLOT contro il gioco d’azzardo, e con Giuliano Righy Pellegrin, Presidente dei Club Alcologici di Fassa. Al progetto ha preso parte anche la Cooperativa Oltre di Campitello, che ha realizzato dei gadget speciali, che verranno offerti a tutti i visitatori dell’allestimento.

Anche all’interno della Scuola Ladina è stata forte la partecipazione da parte dei docenti e dei tecnici, che hanno partecipato con idee e collaborato alla realizzazione di materiali. Un ringraziamento particolare va alla Sorastant Mirella Florian, sempre sensibile e disponibile nel sostenere e promuovere idee e progetti dei ragazzi e dei docenti della sua scuola.

Tutti sono invitati a partecipare all’inaugurazione di “Gioco in Bolla” prevista per mercoledì 14 marzo alle 16.00 presso la Sala Grana dell’Istitut Cultural Ladin a Sèn Jan, dove non mancheranno sketch divertenti e qualche sorpresa. La mostra, allestita presso l’Aula Magna della Sorastanza, sarà aperta al pubblico tutti i giorni dal 14 al 28 marzo dalle 16.00 alle 18.00, con visite guidate dagli studenti.

Per gruppi si organizzano visite guidate su prenotazione, chiamando il 3496491192 o scrivendo una mail a thomas.zulian@gmail.com . Nell’ambito della mostra sono state organizzate due conferenze spettacolo al Teatro dell’Oratorio di Pozza con relatori di fama nazionale: “L’azzardo del giocoliere” con il fisico giocoliere Federico Benuzzi andrà in scena il 23 marzo alle 10.30 e “Fate il Nostro Gioco” dell’Associazione Taxi1729 verrà proposta lunedì 16 aprile alle 10.30, sostenuta dal Piano Giovani della Risola nell’ambito del progetto TEAnTER.

Azzardetevi a non esserci: questa sì sarebbe una grossa perdita!

gioco in bolla

About VallediFassa.com

Blogger di www.valledifassa.com www.valledifiemme.it e www.predazzoblog.it

Un Commento

  1. Connie

    8 marzo 2018 at 08:04

    Vero, ma a volte il non essere abituati a dibattere (un esercizio che facciamo sempre meno, visto che ci piace chiuderci nelle rispettive bolle), fa sì che si cada nell”uso delle fallace logiche per pigrizia, e non necessariamente per cattiva volontà. Per questo il mio richiamo all”onestà intellettuale (per esempio, nelle chiacchiere con Claudio, non sono partito dall”ipotesi che fosse in cattiva fede nell”esprimente le sue opinioni, mi sembrava dunque corretto rientrare il discorso e chiarire quali fossero l”oggetto del contendere e le fonti, piuttosto che immaginarlo per default disonesto).

Commenta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Ulteriori informazioni | Chiudi