Polo di protezione civile di Moena: percorso lungo e tortuoso

Da il 14 dicembre 2011

Questo articolo è già stato letto 1115 volte!

Continua la corsa a ostacoli del polo di protezione civile di Moena.In questi giorni la giunta ha approvato lo schema di concorso per affidare l’incarico di direzione lavori e contabilità dell’opera e ha completato l’acquisizione delle aree. Da oltre dieci anni l’amministrazione comunale punta a realizzare un polo di protezione civile in località “Copara” dove si trova attualmente la caserma dei vigili del fuoco. L’obiettivo è quello di creare un’unica struttura dove concentrare le forze di volontariato (Vigili del fuoco, Croce Rossa e Soccorso alpino). Nel 2003 ha affidato l’incarico all’architetto Carlo Ganz per la realizzazione del progetto preliminare. Nell’anno successivo lo stesso tecnico mette mano al progetto definitivo: un lavoro lungo e tortuoso che si completa solo nel 2009. Il costo dell’opera da due milioni 830 mila euro intanto è lievitato a tre milioni 221 mila euro. C’è però un problema. Il nuovo edificio insiste anche su una particella privata appartenente alla famiglia di Simone Croce con cui l’amministrazione ha solo un accordo verbale di permuta. Martedì il consiglio comunale ha formalizzato il passaggio di proprietà con l’astensione del gruppo consigliare “Il Loto”. Concretamente l’amministrazione acquista dai Croce non solo la particella interessata al nuovo polo di protezione civile ma anche altri quattro appezzamenti in località Prato si Sorte e Dos Budon. In cambio concede la possibilità di edificare 1755 metri cubi in vista della realizzazione di un agritur su terreni che resteranno di proprietà del Comune. Per la maggioranza un’operazione trasparente che permette di realizzare un’opera importante per i gruppi di protezione civile ma dà anche la possibilità di far crescere l’offerta turistica di Moena. La minoranza del “Loto” ha invece parlato di ritardi incomprensibili nell’acquisizione delle aree necessarie all’opera mettendo l’amministrazione in una posizione di debolezza contrattuale. Con il prossimo affido della direzione lavori e contabilità prenderà forma l’appalto. Incerti ancora i tempi di realizzazione.

About Gilberto Bonani

Corrispondente giornali Trentino, Vita Trentina e Avisio

Commenta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Ulteriori informazioni | Chiudi