Valle di Fassa. Il turismo tira (almeno in luglio)

Da il 20 agosto 2010

Questo articolo è già stato letto 2405 volte!

In barba alle previsioni pessimistiche di inizio stagione cresce la presenza turistica in Valle di Fassa. Per ora sono i dati di luglio a far sorridere gli operatori del settore. Bisognerà attendere la fine di settembre per tirare le somme di un’estate che sta dando grandi soddisfazioni. Complessivamente le statistiche di luglio assegnano un + 4,54 % alle presenze e +12,64 % agli arrivi. Le punte d’eccellenza a Pozza di Fassa (+21,70),Vigo di Fassa (+17.31), Canazei (+12,66) e Moena (+10, 62). Tutti i dati si riferiscono agli arrivi. Le presenze, sempre di segno più, hanno incrementi più contenuti a indicare che le vacanze sono sempre più corte. C’è poi una crescita della presenza straniera (+9,11 per cento). Siamo ben lontani dai valori tra i 30 e i 40 % registrati in inverno ma è comunque una tendenza confortante . Quali i fattori che hanno avuto un ruolo attrattore in un’estate ancora di crisi stagnante? «Difficile individuare in maniera netta le cause precise della crescita» spiega Weiss direttore dell’Azienda di promozione turistica di Fassa. «Penso che il messaggio delle Dolomiti, “patrimonio dell’umanità” abbia il suo peso, come l’aspetto climatico di luglio che ci ha regalato splendide giornate. Poi ci sono fattori prettamente locali come la ristrutturazione di un albergo che nell’ambito di un singolo paese può spiegare gli improvvisi balzi in avanti . Moena, a mio avviso, si avvantaggia dalla nuova viabilità con la presenza della circonvallazione e la creazione di zone a traffico limitato all’interno del paese». Una conferma di questa ipotesi viene anche dal sindaco Riccardo Franceschetti. «Una parte dei nostri fedeli clienti – spiega – ci aveva lasciato a causa del continuo flusso di auto all’interno del paese. Ora, con la circonvallazione e la scelta dell’amministrazione di frenare il traffico all’interno delle piazze c’è il ritorno. Il nostro obiettivo è quello di puntare a una rete di mobilità alternativa in grado di rendere sempre meno appetibile l’uso del mezzo proprio in vacanza». C’è poi un visibile aumento dei turisti, spesso stranieri, che percorrono la valle con la bicicletta lungo la pista ciclabile che ormai congiunge la Valle di Fiemme fino a Molina. Entro il 2013 si potrà andare dal passo S. Lugano fino a Mazzin , circa 45 chilometri, con la bicicletta. Inizialmente il cicloturismo era visto dagli operatori come un parente povero della più redditizia vacanza stanziale. Ora la concezione sta cambiando e pedalare lungo l’Avisio può diventare un richiamo anche per chi trascorre una settimana in albergo. Le aziende di promozione turistica di Fiemme e Fassa hanno colto questo interesse offrendo un servizio di autobus per ciclisti denominato “Bike express Fassa-Fiemme” in grado di trasportare le biciclette e favorire quindi il rientro degli escursionisti che non hanno intenzione di percorrere interamente il tracciato. L’ottimismo dei primi dati di stagione non può cancellare però il disequilibrio tra domanda e offerta presente in Valle di Fassa. Anche a Ferragosto infatti non sono stati completamente occupati i 60mila posti letto che la valle offre. Un terzo appartengono al settore alberghiero. La parte rimanente sono quelli offerti da appartamenti e condomini che, anno dopo anno, registrano una crescente difficoltà. Ormai il turista si affida, sempre di più, alle reti informatiche e tenere il passo in questo settore diventa veramente difficile per chi affitta appartamenti.

About Gilberto Bonani

Corrispondente giornali Trentino, Vita Trentina e Avisio

Un Commento

  1. fede turista

    26 agosto 2010 at 23:01

    ……peccato a Moena manchi un impianto che porti direttamente sulle piste (ad esempio collegamento con Ronchi da Navalge o un collegamento con il Costalunga), si ridurrebbe a mio avviso il numero di auto in giro per il paese…

Commenta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Ulteriori informazioni | Chiudi