Valanghe e paura in alta Fassa e Marmolada – Video

Da il 4 febbraio 2014
20140203_62355_20140203_164114

Questo articolo è già stato letto 25487 volte!

Una valanga si è staccata in Valle di Fassa, finendo su una cava ai piedi del Gran Vernel, coprendo con cinque metri di neve macchinari e una cisterna. Impianti di risalita distrutti al Padon, sulla Marmolada.

Rilievi effettuati dai tecnici dell’Appa (Agenzia provinciale per la protezione dell’ambiente) hanno appurato l’assenza di fuoriuscite di gasolio, secondo quanto comunica l’amministrazione provinciale in una nota. Altri distacchi hanno creato finora solo problemi al traffico.

In Trentino rimangono chiusi quasi tutti i passi dolomitici e le precipitazioni non si arrestano.

“AGGIORNAMENTO: dalle ore 16.00 di oggi 4.2.2014 il Passo San Pellegrino é chiuso anche dal versante di Moena. Vi terremo ancora informati.”

passo san pellegrino chiuso da moena fassa

Lo spessore della neve accumulatasi in quota varia ovunque dai 2 ai 3 metri, ma il manto è relativamente stabile, anche se resta incertezza per i prossimi giorni. L’ultima valanga si era staccata in Trentino sabato a Pian Trevisan (Canazei) e un’altra ha interessato oggi il versante veneto della Marmolada, danneggiando un impianto di risalita e un rifugio-ristorante.

20140203_62355_20140203_164114

Domenica sera la seggiovia che porta al Padon, sulla Marmolada, è stata travolta da una gigantesca massa di neve. Divelti i tralicci e rotti i cavi anche del vicino skilift, elevatissimi i danni. Interrotto il collegamento con il resto del Dolomiti Superski. Continua ad essere particolarmente pesante il bilancio di una giornata che invece sembrava aver dato, ieri, un po’ di tregua. Una pausa che potrebbe terminare bruscamente oggi, con il ritorno delle piogge, più persistenti sulla pianura veneta già dal mattino, per spostarsi verso sera in Friuli Venezia Giulia.

20140202_62288_441391266706094

La neve dovrebbe scendere fin sotto i mille metri, ma senza grandi accumuli. E domani ancora pioggia, con neve sopra i 1200-1300 metri. Per qualche raggio di sole bisogna attendere giovedì. Una pausa. Venerdì di nuovo pioggia in pianura e neve in montagna, per un week end ancora da allarme rosso.
Sulle Dolomiti i danni sono incalcolabili. Sui tetti è corsa contro il tempo per sgravare le coperture dal peso che minaccia la stabiltà degli edifici. L’allarme slavine resta alto. E il pericolo è marcato visto che gli stessi bollettini emessi dal Centro Valanghe di Arabba (Belluno) parlano di grado 5, il più alto sulla scala, mai raggiunto negli ultimi anni.

20140131_62164_slavina_casso

La dimostrazione sta nella gigantesca slavina sulla Marmolada che ha travolto domenica sera seggiovia e skilift. La massa si è staccata dal Laston arrestandosi a valle, sulla pista che porta a Malga Ciapela. Nel suo percorso ha travolto due piloni della seggiovia quadriposto ad agganciamento automatico che da Capanna Bill porta al Padon, un impianto fondamentale per il collegamento con il Dolomiti Superski.

nevicate rolle valles san pellegrino dolomiti danni e paesaggi13

La valanga ha raggiunto anche il rifugio Tabià Palazza, in quel momento deserto. Lo spostamento d’aria ha fatto saltare vetrate, lasciando intatte solo le parti in cemento. «Non ho mai visto nulla del genere – commenta il responsabile degli impianti, Ilario De Vallier – la valanga è scesa alle 18. Con il buio credevo di essermi sbagliato, solo oggi (ieri mattina per chi legge, ndr) con le prime luci ho visto il disastro». La stagione è compromessa. Un’altra slavina ieri anche a Cortina d’Ampezzo. Ha investito un fuoristrada che saliva a Cadin. Il ragazzo che era alla guida è stato sepolto. Tanta paura, ma nessun danno fisico. Terrorizzato è riuscito a salvarsi fuggendo dal portellone posteriore.

passo rolle e passo san pellegrino nevicate al 4.2.2014 predazzo blog5

Il video ritrae la devastazione delle valanghe scese da passo Padon 2400 Mt a Capanna bill 1600 Mt dopo della famosa nevicata del 30/01/2014 che comprende tutta la provincia di Belluno, gli impianti di collegamento del Dolomiti superski del Versante di Malga Ciapela Sono andati distrutti, e anche i pali di collegamento del servizio elettrico dell Enel

nevicate rolle valles san pellegrino dolomiti danni e paesaggi28

VEDI ANCHE: Tsunami di neve nelle valli di Fiemme e Fassa. Foto e Video

VEDI ANCHE: MAMMA HO PERSO LA BAITA!!

VEDI ANCHE:  Crolla il tetto del cinema per troppa neve a San Martino di Castrozza

About VallediFassa.com

Blogger di www.valledifassa.com www.valledifiemme.it e www.predazzoblog.it

Commenta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Ulteriori informazioni | Chiudi