Valanga al passo S. Pellegrino

Da il 9 marzo 2009

Questo articolo è già stato letto 921 volte!

valangablog.jpgOre 14, una frattura taglia di traverso la Pala Mora (2000 metri di quota). La coltre nevosa scivola sul fondo erboso, si accavalla e riempie la stretta valle ostruendo la strada, a traffico limitato, che collega il rifugio Miralago a quello di Fuciade. E’ una valanga con un fronte di 100 metri, alta tre e lunga quasi 150. «Oltre 4 mila metri cubi» dicono gli esperti – «capace di schiacciare un veicolo o demolire una baita». C’è una motivata preoccupazione nelle prime persone che si imbattono nella muraglia di neve. La strada è percorsa tutto il giorno da escursionisti, famiglie in vacanza, motoslitte e personale dei rifugi. Mancano poi all’appello quattro persone che il gatto delle nevi proveniente dal rifugio Fuciade attende inutilmente per mezzora. Solo dopo concitate telefonate e il lavoro meticoloso dei soccorritori intervenuti si può stabilire che la valanga è stata benigna: non ha sepolto nessuno. La strada viene dichiarata nuovamente non transitabile dall’amministrazione comunale di Soraga, competente per territorio. Il tracciato era stato riaperto domenica perché si riteneva che il manto nevoso fosse sufficientemente assestato. «Abbiamo tenuto sotto controllo la zona – spiega Gianluigi Chiocchetti, membro della commissione valanghe – dove c’erano stati già dei distacchi spontanei. Avevamo dato il via libera proprio per domenica, ma non potevamo prevedere l’effetto del forte vento da nord che ha battuto le cime nel corso di tutta la mattinata. Probabilmente c’è stato un sovraccarico di neve che ha fatto cedere rovinosamente il manto nevoso». A impensierire la commissione c’è anche il “Col de le salae” che si trova in prossimità dell’ampia conca di Fuciade. Una prospezione effettuata con l’elicottero ha evidenziato una leggera frattura che potrebbe essere il presagio di un distacco.

About Gilberto Bonani

Corrispondente giornali Trentino, Vita Trentina e Avisio

Commenta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Ulteriori informazioni | Chiudi