Tony Valeruz festeggia i suoi 40 anni di sci estremo sulla parete nord del Gran Vernel

Da il 18 aprile 2013
tony valeruz fassa

Questo articolo è già stato letto 4523 volte!

Per festeggiare i suoi lunghi quarant’anni di sci estremo aveva deciso di ripercorrere la stessa parete, quella di quarant’anni prima.  

La sua prima volta infatti era stata il 23 marzo 1973 e la voglia di festeggiare con la stessa impresa nelle ultime settimane era stata trattenuta solo dal maltempo. L’impresa è stata compiuta oggi, ci ha messo circa due ore, «in condizioni difficili – ha spiegato, con neve molto dura. Si conferma – ha sottolineato – tra le pareti nord più difficili di tutto l’arco alpino, più impegnativa di Cervino, Lyskamm e altre». La parete, con pendenze fino al 60%, è quella nord del Gran Vernel, montagna alta 3.210 metri, nel gruppo della Marmolada, quindi nel cuore delle Dolomiti.

Valeruz,62 anni compiuti il Gennaio appena trascorso, originario di Alba di Canazei, maestro di sci e guida alpina, è stato uno dei più forti praticanti dello sci estremo tra gli anni settanta e novanta, con più di 50 prime discese, effettuate sulle Alpi e su montagne extra-europe.

Ha cominciato a sciare fuoripista sulla Marmolada per allontanarsi dalla routine dello sci di pista. Qui ha compiuto le sue prime discese, sempre più impegnative fino a scenderne la parete nord nel 1970.

Negli anni ’70 balza agli onori della cronaca per la prima discesa della parete est del Cervino dai circa 4.200 m della spalla dell’Hörnli e della parete nord-ovest del Gran Vernel. Nel 1983 compie la prima discesa della parete nord-est dell’Eiger.

Negli anni ’90 realizza, fra le altre, la prima discesa della parete sud-est della Tofana di mezzo, della parete nord-est del Monte Civetta, e il record di discesa dalla parete nord dei Lyskamm in tre minuti.

Per molte delle sue discese ha utilizzato l’elicottero per raggiungere la vetta, e per questo fatto è stato anche criticato. Gli exploit di Valeruz si concentrano soprattutto sulla discesa, sull’essere sciatore più che alpinista, nel limitare l’uso delle doppie e nel scendere nel più breve tempo possibile, fattore che per Toni dimostra la preparazione e la capacità tecnica dello sciatore.

È stato  anche criticato per una eccessiva spericolatezza, tuttavia le sue imprese venivano compiute dopo un accurato studio del percorso di discesa e una metodica preparazione atletica, senza contare la estrema pericolosità intrinseca della disciplina dello sci estremo.
Pratica anche il parapendio, attività durante la quale ha avuto un grave incidente il 2 agosto 1988 presso il Passo di Costalunga, con la rottura dell’osso sacro e di una costola, che gli perforò un polmone.

Poche ore fa l’ultima sua impresa, a quarant’anni dalla prima discesa, e all’età di 62 anni, ha ripetuto l’impresa di scendere con gli sci dal Gran Vernel, impiegando circa due ore.   tratto da Wikipedia http://it.wikipedia.org/wiki/Toni_Valeruz

.

 

tony valeruz fassa

About VallediFassa.com

Blogger di www.valledifassa.com www.valledifiemme.it e www.predazzoblog.it

Commenta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Ulteriori informazioni | Chiudi