Stefano Gross è d’oro nello slalom di Adelboden

Da il 11 gennaio 2015
stefano gross

Questo articolo è già stato letto 30568 volte!

Dopo più di un anno di digiuno la vittoria per lo sci alpino italiano, anche se con un po’ di fortuna che non guasta mai, è finalmente arrivata nello slalom maschile di Coppa del Mondo di Adelboden.

Il 30 novembre 2013 era stato Dominik Paris a trionfare nella discesa di Lake Louise, oggi è stato Stefano Gross a portarsi a casa il primo successo in carriera proprio dove aveva conquistato il suo primo podio, il terzo posto dell’8 gennaio 2012. L’avevamo visto poco meno di due mesi fa alla presentazione della stagione agonistica del Trentino molto sfiduciato perché il mal di schiena non gli dava tregua. Nel giro di poche settimane è cambiato tutto e oggi il tedesco Fritz Dopfer, che comandava la prima manche con 10 centesimi su Patrick Thaler, e l’austriaco Marcel Hirscher hanno dovuto inchinarsi al fassano per l’inezia di 2 e 3 centesimi rispettivamente.

Difficile dire dove “Sabo” abbia vinto la gara ma la sua seconda manche è stata eccezionale specialmente sul ripidissimo muro finale dove ha mangiato più di mezzo secondo a Dopfer dopo che negli altri tre settori di gara gliene aveva mangiato un altro mezzo. Morale della favola, Gross da quinto della prima manche a 99 centesimi a primo con quei minuscoli margini che abbiamo detto. Per il trentino è il quarto podio della carriera, gli altri tre, un secondo e due terzi posti, li aveva ottenuti tutti nella stagione 2011-2012, l’ultimo col terzo posto diBansko del 19 febbraio 2012. Poi sono seguite due inverni nei quali non è andato così forte come si aspettava, anche se a Sochi ha sfiorato la zona medaglie finendo quarto a 5 centesimi dal bronzo. Ora, finalmente, il gradino più alto.

Per l’Italia maschile il successo in slalom mancava dal 22 gennaio 2012 quando l’altro fassano Cristian Deville trionfò a Kitzbühel, Gross inoltre imita Giorgio Rocca vincitore tra le porte strette di Adelboden l’8 gennaio 2006. Dopfer arriva a quota sette podi senza vittorie e a cinque piazzamenti d’onore, tre in slalom, Hirscher, pur su una neve che non ama (come del resto Gross), dai 75 centesimi di distacco che aveva da Dopfer a metà gara è andato vicinissimo a un clamoroso recupero, a ogni modo il suo vantaggio sul norvegese Kjetil Jansrud nella generale di Coppa del Mondo sale a 212 punti e scavalca Felix Neureuther, uscito nella prima frazione, di 56 lunghezze nella classifica di specialità dove Dopfer è terzo così come lo è, incredibilmente, nella generale sopravanzando proprio il connazionale!

La neve di oggi la ama invece storicamente un Giuliano Razzoli anche lui ritrovato: stava già andando fortissimo a Zagabria cinque giorni fa prima di uscire, stavolta nella prima manche si è piazzato nono e nella seconda ha rimontato fino al quarto posto a 55 centesimi dal compagno di squadra. Erano quasi due anni che l’emiliano non finiva tra i primi dieci, e cioè dal medesimo piazzamento ottenuto nello slalom di Kitzbühel del 27 gennaio 2013. Peccato per Patrick Thaler, uscito nella seconda metà gara quando comunque era la pallida copia di quello della prima. Quinto e sesto a 1 e 2 centesimi da Razzoli il norvegese Henrik Kristoffersen e il francese Jean-Baptiste Grange, settimo e ottavo gli svedesi Markus Larsson, al primo risultato top ten stagionale, e Andre Myhrer, nono il francese Julien Lizeroux che torna tra i primi dieci dopo il settimo posto di Zagabria del 6 gennaio 2011 al quale sono seguite due stagioni di stop e poi un lento e faticoso recupero ai più alti livelli, decimo infine la rivelazione della stagione, il russo Aleksandr Khoroshilov. A proposito di atleti in recupero è buono tutto sommato il diciassettesimo posto di Manfred Moelgg.

Ora è la volta delle gare di Wengen, sempre in Svizzera: da venerdì 16 a domenica 18 sono in programma supercombinata, discesa e slalom, mentre per le ragazze, oltre alla discesa e al superG di Cortina di sabato e domenica, ci potrebbe essere il recupero nella Perla delle Dolomiti o venerdì o lunedì 19 della discesa cancellata a Bad Kleinkirchheim.

Inno Stefano Gross

stefano gross

About VallediFassa.com

Blogger di www.valledifassa.com www.valledifiemme.it e www.predazzoblog.it

Commenta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Ulteriori informazioni | Chiudi