S. Pellegrino, Vernel, Gardeccia, la natura dice la sua

Da il 5 agosto 2015
11822297_10207804273847712_8707656850512962330_n

Questo articolo è già stato letto 51197 volte!

La montagna con la sua natura in questi ultimi giorni ha “detto la sua” in Valle di Fassa.

Frane e smottamenti causati dai temporali e un grosso distacco di parete sul Vernel ci hanno ricordato che l’ultima parola spetta sempre a madre natura, nonostante tutte le nostre apparecchiature elettroniche che ci danno l’illusione di essere noi a dominare il creato.

FRANA SULLA SS 346 DEL PASSO SAN PELLEGRINO 4 agosto 2015
La Protezione civile del Trentino comunica che a causa di una frana provocata da un forte temporale la SS 346 del Passo San Pellegrino è stata chiusa al km 5 tra le località Ronchi e Fango. Oggi sul posto arriverà il geologo della Provincia e si avvieranno i lavori di sgombero. La strada è stata riaperta in mattinata.

Grossa frana dal Gran Vernel 4 agosto 2015

Con una grande nuvola di polvere e un boato una gigantesca frana si è staccata ieri  mattina dal versante sud del Gran Vernel. Secondo quanto ricostruito dalla Protezione civile del Trentino il materiale si è fermato interamente in una conca ai piedi della parete mentre si è creata una grande nuvola di polvere che è arrivata anche in prossimità del rifugio Contrin. Al momento nel canalone ci sono alcuni metri cubi di materiale in precarie condizioni di stabilità che comunque rischia di cadere solamente nella conca in quota.

11822297_10207804273847712_8707656850512962330_n

Secondo una nota diffusa dalla Protezione civile il rifugio non è interessato dalle probabili traiettorie dei massi provenienti dall’area in frana. E’ presente un sentiero più a valle che interseca la linea di deflusso principale proveniente dalla conca: anche quest’ultimo non è stato interessato dal crollo di stamane. Il Comune di Canazei comunque ha disposto – con un’ordinanza firmata dal sindaco Silvano Parmesani – la chiusura del sentiero “Troi di Ladins” che collega la località Locia con Alba di Canazei. Il sentiero rimarrà chiuso per alcuni giorni per “ripristinare il tratto interessato”.

GARDECCIA 31 luglio 2015:

La colata, generatasi durante un temporale, ha interessato, in parte, anche la zona dei rifugi. Si sta valutando come intervenire a breve per dare sfogo ad ulteriori apporti solidi e liquidi che si potrebbero manifestare.

La seconda frana al Gardeccia in pochi giorni. Dopo quella della scorsa settimana, anche durante il temporale di mercoledì sera ci sono stati grossi disagi. Su un terreno già mosso appunto dalla frana della scorsa settimana, questa volta il materiale trasportato è stato ancora di più e più veloce. Sono intervenuti immediatamente sul posto i vigili del fuoco che durante tutta la sera e la notte hanno proceduto con il ripristino del terreno. Come la settimana scorsa non ci sono stati danni a persone: solo le abitazioni, rifugi e ristoranti, per l’ennesima volta hanno subito parecchi disagi con la melma di acqua e ghiaia, fino sulle pareti di casa.

 

gardeccia prima dopo

About VallediFassa.com

Blogger di www.valledifassa.com www.valledifiemme.it e www.predazzoblog.it

Commenta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Ulteriori informazioni | Chiudi