Pozza di Fassa. Leonardo Bernard resta in sella

Da il 2 gennaio 2009

Questo articolo è già stato letto 956 volte!

bernard.jpgAl termine di un lungo dibattito non è passata in Comprensorio la sfiducia al presidente Bernard. Con dodici voti contrari, tre favorevoli, una astensione e una scheda nulla, l’assemblea ha deciso che Leonardo Bernard deve restare al suo posto. Comunque sono tempi duri per il Comprensorio ladino di Fassa. L’ex presidente Fortunato Bernard nella sua disamina senza sconti ha detto: «La Valle di Fassa esce con le ossa rotte dalle polemiche rimbalzate sui media locali e nazionali in questi ultimi mesi. A partire dal vigile urbano trovato positivo all’alcol test, ai lavori del teatro Navalge mai conclusi, fino alle esternazioni del ministro Brunetta. Ciliegina sulla torta le indagini della magistratura su assenze ingiustificate». Leonardo Bernard ha difeso il suo operato affermando che come presidente si è sempre fatto carico dei problemi privilegiando l’ascolto e il rispetto della persona evitando invece di creare situazioni di contrapposizione.

About Gilberto Bonani

Corrispondente giornali Trentino, Vita Trentina e Avisio

Commenta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Ulteriori informazioni | Chiudi