ORIENTOWN, una città in esposizione alla Scuola Ladina

Da il 10 marzo 2017
ORIENTOWN, una città in esposizione alla Scuola Ladina

Questo articolo è già stato letto 68104 volte!

Inaugurazione della nuova mostra scientifica sui 5 sensi e sull’orientamento 

È di nuovo ora di Pi greco day (14 marzo) e come ormai da tradizione alla Scuola Ladina di Fassa tutto è pronto per l’inaugurazione di una nuova mostra scientifica per festeggiare la costante matematica più famosa al mondo.

Dopo il buon esito dell’allestimento “Galileo 2.0 Occhiomente” dello scorso anno, il gruppo di lavoro che abbraccia sempre più studenti e docenti dei Licei di Fassa, per questo 2017 ha deciso di approfondire la tematica dei 5 sensi, gli strumenti di cui l’uomo è in possesso per conoscere il mondo e per muoversi al suo interno. Lungo le strade di “Orientown, la Città dei sensi”, i visitatori saranno condotti alla scoperta di particolarità e curiosità sulla vista, il tatto, il gusto, l’olfatto e l’udito e avranno poi modo di riflettere anche su come le nuove tecnologie, la matematica tramite le mappe geografiche e l’arte possano permettere a ciascuno di orientarsi sul nostro pianeta e ormai anche in angoli dell’universo sempre più distanti dalla Terra.

L'immagine può contenere: una o più persone, persone in piedi e spazio al chiuso

In occasione dell’inaugurazione ricca di sorprese e di ospiti speciali, prevista per lunedì 13 marzo alle ore 16 presso la Sala Grana dell’Istitut Cultural Ladin, a cui tutti sono invitati, per tutta la giornata sarà accessibile presso il piazzale della Scuola Media di Pozza un’attività affascinante ed inedita in Val di Fassa. In collaborazione con Irifor, una cooperativa sociale di persone non vedenti del Trentino, si potrà provare l’esperienza del “Dark on the Road”: una maxiroulotte attrezzata a “Bar al buio” itinerante, permetterà ai visitatori di vivere l’esperienza di immergersi in una realtà sconosciuta, il buio appunto, sperimentando la privazione della vista e al contempo scoprendo la forza e il piacere derivanti dagli altri sensi. I visitatori della “Dark on the road” saranno serviti nella più completa oscurità da camerieri non vedenti e ipovedenti, che li guideranno tra riflessioni sul significato di vivere senza il senso della vista e indicazioni per cogliere il mondo circostante attraverso gli altri sensi.

L'immagine può contenere: notte e sMS

Nel periodo di esposizione della mostra, che sarà visitabile tutti i giorni a partire da lunedì 13 marzo fino a venerdì 31 marzo dalle 16 alle 18 presso l’Aula Magna della Sorastanza a Pozza, sono previsti altri due eventi a carattere scientifico: venerdì 24 marzo alle 10.30 presso l’oratorio di Pozza su prenotazione si potrà assistere allo spettacolo “Fisica sognante” del fisico-giocoliere Federico Benuzzi mentre lunedì 27 alle 17.30 presso il Liceo Scientifico si svolgerà una conferenza astronomica dal titolo “Le sette sorelle della Terra” sulle nuove scoperte della Nasa tenuta dall’esperta in astronomia dott.ssa Marina Campestrin.

L'immagine può contenere: 1 persona, persona seduta e spazio al chiuso

Oltre a Irifor, in tanti hanno sostenuto la realizzazione dell’allestimento col prestito di materiali e con idee: in particolare il Muse, l’associazione sordi ABC Onlus e il Liceo Galileo Galilei di Trento. A queste istituzioni, così come a tutte le persone che hanno contribuito al progetto mostra, un sincero ringraziamento da parte di tutti gli organizzatori. Attività di questo tipo non sarebbero concretizzabili se non ci fosse l’appoggio da parte di amici e collaboratori.

Nessun testo alternativo automatico disponibile.

Anche stavolta, e forse ancor più che negli anni scorsi, il progetto “mostra scientifica” ha richiesto molto lavoro da parte di studenti, docenti e tecnici di laboratorio coinvolti: a partire dallo scorso autunno, in parte nelle ore curricolari di lezione ma soprattutto in orario extrascolastico, ragazzi “scientifici, linguistici e artistici”, in relazione al proprio indirizzo di studi, hanno contribuito alla raccolta di idee, alla realizzazione di materiali e alla progettazione del percorso espositivo. Nel corso delle prossime settimane le giovani guide potranno mettersi alla prova nel raccontare ai proprio compagni e ai visitatori i temi e le curiosità dell’allestimento, per allenare e sviluppare le competenze di vita previste dalla nuova normativa scolastica, in particolare nell’ambito dell’alternanza scuola-lavoro.

Tutti sono dunque invitati a fare una passeggiata tra le vie di “Orientown, la Città dei Sensi”, alla scoperta delle proprie potenzialità di essere umano e alla ricerca di nuovi orizzonti da vivere e coi quali emozionarsi. Info e anteprime sulla pagina fb: www.facebook.com/orientown

ORIENTOWN, una città in esposizione alla Scuola Ladina

About VallediFassa.com

Blogger di www.valledifassa.com www.valledifiemme.it e www.predazzoblog.it

Commenta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Ulteriori informazioni | Chiudi