No alla gratuità del parco giochi Fiabilandia a Moena

Da il 24 agosto 2009

Questo articolo è già stato letto 1534 volte!

parcogiochisorte.jpgL’amministrazione comunale non è disponibile all’accesso gratuito di residenti al parco Fiabilandia. Questa è la risposta della giunta alla richiesta di 35 mamme e nonne di bambini iscritti alla scuola materna di Moena, che in una lettera chiedevano libero accesso dopo le ore 16, al parco divertimenti del prato di Sorte visto che quello in località “Pont de Mur” è inagibile per lavori. Inoltre, sottolineavano i genitori nel loro scritto, sebbene la gestione del parco faccia capo alla Società Sviluppo Turistico di Moena, il terreno è pur sempre pubblico e il Comune ha stanziato molte risorse per allestire e rendere fruibile il parco Fiabilandia di Sorte. L’ente pubblico quindi può certamente offrire un servizio gratuito ai moenesi. L’amministrazione invece afferma che i residenti possono usufruire dei servizi del parco (giochi, animazione e merenda) a prezzo ridotto: 50 centesimi al giorno, la metà del costo di una tazzina da caffè utilizzando l’abbonamento stagionale. « Non concediamo – spiega il sindaco Riccardo Franceschetti – l’ingresso gratuito all’area per diversi motivi». «Ci sono già residenti che hanno pagato l’abbonamento stagionale e non possiamo cambiare le regole a fine agosto. Inoltre l’amministrazione comunale è già fortemente impegnata a sostenere l’attività dei giovani di tutte le età con una varietà di iniziative che non ha eguali nella storia di Moena e dei Comuni vicini. Inoltre – conclude il primo cittadino – per principio cerchiamo sempre di coinvolgere gli utenti con il versamento di quote, che spesso non coprono le effettive spese sostenute. In questo caso poi i bambini avrebbero fruito non solo degli spazi di gioco e delle attrezzature (salvo la pista di tubing) ma anche della sorveglianza del personale addetto che comunque ha la responsabilità di tutta l’area ricreativa. Mi pare quindi che il versamento di una piccola quota sia un atto giustificato». Dopo la pausa ferragostana riprenderanno i lavori al parco giochi situato nei pressi dell’area di Navalge. Si tratta del primo lotto che impegna l’amministrazione comunale per quasi 500 mila euro. Tutta l’area sarà rimessa a nuovo, illuminata e dotata di una serie di giochi per bambini. L’intero progetto prevede anche il rifacimento del piccolo bar e la realizzazione di una ludoteca dove i bambini possono giocare anche con il cattivo tempo. Questa seconda parte di lavori non è ancora finanziata e quindi non sarà di immediata realizzazione. Il nuovo parco giochi dovrebbe ridare a Moena un’adeguata area di svago richiesta da tempo dai censiti che spesso “migravano” nel vicino Comune di Soraga che da tempo ha uno spazio ludico molto appetibile tra l’edificio comunale e il torrente Avisio. « Il nuovo parco giochi di Moena – spiega l’assessore ai Lavori pubblici Giancarlo Ramus – sarà fruibile dalla prossima primavera».

About Gilberto Bonani

Corrispondente giornali Trentino, Vita Trentina e Avisio

Commenta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Ulteriori informazioni | Chiudi