Nicole Gabrielli Oro nel Tiro a Segno ai Campionati Italiani Juniores

Da il 30 luglio 2014
Nicole Gabrielli Oro nel Tiro a Segno ai Campionati Juniores di Roma valle di fassa12

Questo articolo è già stato letto 26092 volte!

Nicole Gabrielli di Pozza di Fassa è salita ancora una volta sul gradino più alto del podio ai Campionati Nazionali Juniores di Tiro a Segno che si sono conclusi domenica a Roma.

La giovanissima ragazza fassana è stata  protagonista nell’ultima giornata dei Campionati nella specialità di carabina 10 metri dove si è aggiudicata il Titolo Nazionale Assoluto.

La classifica finale ha visto Nicole Gabrielli (di Pozza di Fassa, ma iscritta con Predazzo) con 392 pt. seguita da Gabriella Vittori (Velletri) con 388 pt. e da Andrea Ravagnani (Milano) con 388 pt.

Abbiamo raggiunto Nicole per complimentarci con lei per il prestigioso risultato raggiunto e per farci raccontare come è nata la sua passione per il tiro a segno.

“Pratico il tiro a segno da più di un anno e devo dire che questo sport mi piace molto.”

Dove ti alleni?

“Mi alleno ai poligoni di  Predazzo, Appiano, Caldaro e Ora.

Hai già fatto altre gare?

Si ho fatto molte altre gare ed è la seconda volta che partecipo ai Campionati Italiani ed è la seconda volta che arrivo prima.

Quindi a 14 anni hai già due Titoli Nazionali nel medagliere; hai progetti per il futuro?

Non ho progetti particolari per il futuro, intanto mi concentro su quello che faccio adesso e cerco di dare il meglio di me stessa, poi si vedrà.

Vuoi dedicare questa medaglia d’oro a qualcuno in particolare?

Si certamente, vorrei ringraziare molto i miei allenatori Vaia Enzo e Franz Zublasing e dedicare questa medaglia ai miei genitori e alla mia famiglia che mi hanno sempre sostenuta!!!

Nicole Gabrielli Oro nel Tiro a Segno ai Campionati Juniores di Roma valle di fassa12

Dunque in Valle di Fassa non solo eccellenze negli sport invernali e dolomitici, ma da oggi Nicole ha acceso una nuova stella nelle discipline sportive, quella del tiro a segno.

Aggiornamento: Articolo da Il Trentino del 10.8.2014

POZZA DI FASSA. Ha 14 anni, lo sguardo furbo e deciso di chi sa cosa vuole e un sogno a cinque cerchi. Nicole Gabrielli, di Pozza di Fassa, ha preso in mano per la prima volta una carabina ad aria compressa meno di due anni fa. Ma sono bastati pochi colpi per capire che il suo è un vero e proprio talento naturale: nel 2013, a pochi mesi dal suo primo ingresso in poligono, ha vinto il titolo italiano allievi. Poche settimane fa la medaglia d’oro ai campionati nazionali ragazzi.

Il suo nome ha già cominciato a girare nell’ambiente del tiro a segno, tanto che a settembre Nicole parteciperà a uno stage con la nazionale. Fino a 16 anni potrà gareggiare solo con le carabine ad aria compressa, ma lei si sta già esercitando con quelle a fuoco, per essere pronta non appena supererà quel traguardo. Giovedì scorso al poligono di Predazzo, l’associazione “Tiro a segno nazionale” ha brindato alla nuova medaglia d’oro di Nicole, vinta a Roma il 27 luglio, e al titolo italiano uomini gruppo B di Massimiliano Zorzi, falegname ventiduenne di Ziano che ha conquistato l’oro a Milano. Gli altri ad essersi qualificati per le finali nazionali nelle varie categorie sono Alex Piller («Purtroppo mi sono fatto prendere dall’emozione»), Michele Caurla, Adam Kisala, Sebastiano Barbolini, Luca Cognolato. Risultato notevole per una piccola associazione che negli ultimi anni ha puntato molto sul settore giovanile, tanto che ormai nell’ambiente nazionale Predazzo è un nome conosciuto. «Non tutti nascono campioni – ha detto al momento del brindisi il presidente Mirko Giacomuzzi -. Ma con la costanza e l’allenamento si possono ottenere ottimi risultati, come nel caso di Massimiliano, che non si è dato per vinto e ora ha una medaglia d’oro al collo». Zorzi, orgoglioso del risultato, ma molto umile, dice: «Dopo tanti anni, continuo a divertirmi: e questo per me è ciò che conta».

C’è chi si deve allenare per anni e chi, invece, campione ci nasce: è il caso di Nicole. Uno dei suoi allenatori, Enzo Vaia (che segue tutto il settore giovanile dell’associazione), non nasconde l’emozione: «È una fuoriclasse. Ha un talento naturale, spara già meglio dei ragazzi delle categorie superiori». Lei lo sa ed è determinata a continuare: «Ho cominciato per caso, grazie al bidello che ci ha chiesto se volevamo fare un corso di tiro a segno. I miei genitori sono cacciatori, quindi ero abituata a sentir parlare di fucili e armi. Mi sono subito appassionata a questo sport, che richiede tanta concentrazione e molta passione. Mi alleno 4-5 volte a settimana, ora anche in Alto Adige per esercitarmi a sparare a fuoco. Il mio sogno per ora è quello di entrare in nazionale e poi, naturalmente, le Olimpiadi». A 14 anni è normale sognare in grande, eppure qualcosa nel suo sguardo deciso, per nulla timido, e in quello del suo allenatore e di tutti coloro che l’hanno vista sparare e fare un centro dietro l’altro senza scomporsi né agitarsi, fa intendere che non si tratta solo del sogno nel cassetto di un’adolescente. Dal poligono di Predazzo potrebbe davvero uscire l’erede femminile di Nicolò Campriani, medaglia d’oro a Londra 2012.

Monica Gabrielli

About VallediFassa.com

Blogger di www.valledifassa.com www.valledifiemme.it e www.predazzoblog.it

Commenta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Ulteriori informazioni | Chiudi