Moena scommette ancora sull'Alpe Lusia

Da il 15 novembre 2008

Questo articolo è già stato letto 763 volte!

valbona.jpgCorsa contro il tempo per completare la nuova telecabina che da Ronchi, presso l’abitato di Moena, porta in vetta alle Cune a 2200 metri di quota. Nonostante le nevicate in quota continuano, secondo progetto, i lavori che si concluderanno per il tradizionale ponte di Sant’Ambrogio di inizio dicembre. Per quella data è fissata infatti l’inaugurazione dell’opera Il nuovo impianto va a sostituire la precedente cabinovia Agudio realizzata nel 1987 sul tratto Ronchi-Val Bona e soprattutto la vecchia funivia Hoelzl del 1968 che viene così messa in pensione dopo tanti anni di onorato servizio sul tratto Val Bona – Le Cune. Per gli amanti dei dati tecnici si tratta di una cabinovia ad agganciamento automatico realizzata dalla Leitner, una delle aziende leader mondiali nel settore del trasporto a fune. Ogni cabina è dotata di contenitore di sci esterno e può portare fino a un massimo di 8 persone. Il primo tratto misura 1202 metri e porta in soli 4 minuti dai 1367 metri della località Ronchi fino ai 1815 metri della località Val Bona con un dislivello di 448 metri. Da qui parte il secondo tratto che in appena 5 minuti sale fino ai 2200 metri della località Le Cune con un dislivello di 384 metri. Entrambi i tronchi sono in grado di garantire una portata massima oraria di circa 2070 persone.

About Gilberto Bonani

Corrispondente giornali Trentino, Vita Trentina e Avisio

Commenta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Ulteriori informazioni | Chiudi