Moena Scala e Marco Candelargiu sposi a… Moena

Da il 21 giugno 2009

Questo articolo è già stato letto 1918 volte!

moenablogjpg.jpgDalla Sicilia alle Dolomiti per coronare un sogno d’amore. Moena Scala e Marco Candelargiu sono arrivati appositamente da Priolo Gargallo, un piccolo comune in provincia di Siracusa, per unirsi in matrimonio presso la parrocchiale di Moena. Tra gli ottanta invitati presso l’Hotel Dolomiti, anche il parroco e il sindaco della Fata delle Dolomiti. Perché percorrere tutta la penisola italica per celebrare una tappa, certamente rilevante per la vita, proprio in montagna? La spiegazione sta nel nome della sposa, Moena appunto, che coincide con quello del primo comune che si incontra entrando in Valle di Fassa da sud. « Ho conosciuto questa località – spiega Moena Scala – solo lo scorso giugno e ne sono rimasta incantata per la tranquillità del luogo e la bellezza della montagne. Senza esitazione ho deciso di celebrare qui la mia unione con Marco. Non mi ha spinto solo il contesto ambientale ma anche il desiderio di ricordare i miei genitori scomparsi precocemente. E’ stato proprio mio padre, che di professione faceva il marittimo, a proporre il nome. Aveva infatti letto il termine “Moena” sulla prua di un battello». Purtroppo non è stato possibile risalire all’imbarcazione in questione e conoscere quindi le motivazioni che hanno spinto l’armatore a scegliere questo nome. “Moena” è anche un piatto servito in un ristorante della periferia di Praga (dove inspiegabilmente si può ordinare, tra l’altro, una “pastasciutta Bolzano”). Anche in questo caso sono state inutili le ricerche per stabilire l’origine di questa scelta.

About Gilberto Bonani

Corrispondente giornali Trentino, Vita Trentina e Avisio

Commenta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Ulteriori informazioni | Chiudi