Moena. Premiati due storici alberghi

Da il 26 maggio 2010

Questo articolo è già stato letto 1220 volte!

galbusera.JPGeleonora.JPGIn occasione della 64esima assemblea dell’Asat (Associazione albergatori e imprese turistiche della provincia di Trento), sono stati premiati i conduttori di due storici alberghi di Moena: il Catinaccio e il Laurino. L’assessore Tiziano Mellarini ha consegnato il riconoscimento a Eleonora Volcan e a Carla Zenti con Alessandro Galbusera. Eleonora Volcan è figlia di Giuseppe Volcan “Caiosta” una delle prime figure di albergatore in Moena. Nel 1898 chiedeva il permesso di edificare un albergo tra i verdi pascoli del passo S. Pellegrino. Nacque così l’Hotel Monzoni, tutt’ora esistente, ceduto nel 1975 a una società veneta. Nel frattempo l’attivissimo Giuseppe Volcan aveva edificato un secondo albergo, il Catinaccio, in posizione dominante sulla vecchia strada che porta nel cuore della Valle di Fassa. L’edificio è stato rinnovato più volte dalla signora Eleonora e dalla figlia Alessandra ed è stato scelto, per alcune stagioni, come quartiere generale della Sampdoria in occasione dei ritiri moenesi. Carla Zenti con Alessandro Galbusera hanno un passato molto avventuroso.« La mia famiglia – spiega Carla Zenti – entra nel mondo dell’ospitalità con una piccola osteria, l’Osteria Centrale. C’era anche un negozietto che vendeva di tutto, lo chiamavano “bazar”. Lo crearono il nonno Domenico Facchini e la moglie Margherita nel 1910. Mia madre e le sue sorelle, che vi lavoravano, erano chiamate le “bazare”. Ma la nostra avventura iniziò ufficialmente nel 1954 quando, con mio marito, trasformammo la dependance dell’allora albergo Moena in Hotel Laurino, che gestiamo ancora oggi». Tra gli ospiti illustri ricordano Rasetti, definito il cardinale camerlengo della “Scuola di via Panisperna”, quella di Fermi per intenderci. Passò anche Taha Hussein, ministro dell’educazione egiziano ai tempi di Nasser.

About Gilberto Bonani

Corrispondente giornali Trentino, Vita Trentina e Avisio

Commenta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Ulteriori informazioni | Chiudi