Moena. Navalge in una lettera

Da il 7 ottobre 2010

Questo articolo è già stato letto 821 volte!

Una commissione d’inchiesta comunale su Navalge. Meglio un gruppo di lavoro con il compito di individuare i colli di bottiglia dove gli appalti si fermano. Forse, si è detto, sarebbe più incisivo un mandato a un gruppo di lavoro interno al Comun general de Fascia. Infine il consiglio comunale, all’unanimità, ha deciso per una semplice lettera. Una lettera da inviare al Comun general esprimendo tutta l’amarezza per una grande opera che, come l’autostrada Salerno -. Reggio Calabria, non riesce a trovare la sua conclusione. Il consiglio comunale ha quindi deciso per un’azione minimale, considerando il delicato periodo di transizione tra il Comprensorio, ormai finito in soffitta, e la nuova comunità di valle che sta muovendo i primi passi. Mancava all’appello la procuradora Cristina Donei, impegnata in un’altra riunione, che siede anche tra gli scranni del consiglio comunale. Moena spera molto in un miracolo della consigliera – presidente di comunità. Un miracolo che acceleri l’ultimo appalto (poltroncine, sipario, impianto luci di scena e amplificazione) che dovrebbe chiudere l’annosa storia di un teatro le cui origini ormai si perdono nelle caverne della memoria. Se la decisione assunta dal consiglio comunale è frutto di mediazione e di prudenza legata all’avvio del Comun general de Fascia, le parole in aula sono state dirette e senza freno. «Qualcuno si è addormentato sulle pratiche» ha detto il sindaco. «Imperizia», «indolenza», «volontà deliberata di nuocere a Moena» sono i giudizi sferzanti volati in consiglio. «E’ la prima volta – ha aggiunto Franceschetti – che un’opera con tutte le risorse finanziarie a disposizione langue tra il menefreghismo di chi ha il compito di passare le carte». Alle parole ora si attendono i fatti.

About Gilberto Bonani

Corrispondente giornali Trentino, Vita Trentina e Avisio

Commenta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Ulteriori informazioni | Chiudi