Moena. La ciclabile avanza

Da il 10 agosto 2010

Questo articolo è già stato letto 1007 volte!

La pista ciclabile avanza. Dopo problemi tecnici e burocratici la striscia d’asfalto che unisce Fiemme e Fassa ha ripreso fiato. E’ stato completato il collegamento con Moena e in autunno inizieranno i lavori tra Pozza e Mazzin. Una tratta di sei chilometri che costituirà, per ora, il limite nord del tracciato cicloturistico. Per la fine dell’anno i tecnici ultimeranno il progetto per il collegamento Castello di Fiemme – passo S. Lugano. Nel 2013 chi ha buone gambe potrà risalire la valle dell’Adige fino al centro della Valle di Fassa. Il traguardo di Canazei, con le frazioni di Alba e Penia, è affidato alla volontà della giunta provinciale che verrà. Lo scorso anno la pista che collega Predazzo a Moena (dieci chilometri di lunghezza, 2,7 milioni di euro di costo e quattro anni di cantiere) si era arrestata alle porte della Fata delle Dolomiti. E’ stato necessario attendere la sistemazione dei cavi di fibra ottica per arrivare al cartello stradale che reclamizza la prima località turistica che si incontra entrando in Fassa. Ora il nastro d’asfalto potrebbe prolungarsi fino allo storico “pont de mur”ma sarà l’amministrazione di Moena a stabilire il tracciato interno della ciclabile che dovrà poi collegarsi al tratto nord che inizia presso il centro alpino della Polizia di Stato. Tutto bene poi fino a Pozza dove in autunno aprirà il cantiere per prolungare di sei chilometri il nastro di asfalto che si fermerà a Mazzin. La Provincia non ha stanziato risorse per procedere più a nord. Bisognerà attendere il rinnovo del governo provinciale e le decisioni che verranno. Il progetto Pozza – Mazzin, predisposto nel 2008 dal Servizio conservazione natura e valorizzazione ambientale, era stato bloccato da un ricorso al Tar (Tribunale amministrativo regionale). La ditta Straedile srl aveva impugnato, nel maggio scorso, gli atti di gara relativi a un appalto di un milione 67mila euro (Iva esclusa). Ora la questione è risolta e le ruspe dovrebbero incidere il terreno lungo l’argine dell’Avisio nel prossimo autunno. I tecnici sono al lavoro per disegnare la ciclabile che raggiungerà il passo S. Lugano, cioè fino al confine con la provincia di Bolzano. La strada attraverserà la frazione di Predaia e di Aguai, località poco conosciute ma che offrono scorci della Valle di Fiemme piuttosto interessanti. La presenza di un pista lunga una cinquantina di chilometri ha richiamato già numerosi turisti delle due ruote. Sono per lo più stranieri che ancora faticano a trovare la strada giusta nei raccordi con alcuni centri come Pozza e Moena. Le aziende di promozione turistica di Fiemme e Fassa hanno colto questo interesse offrendo un servizio di autobus per ciclisti denominato “Bike express Fassa-Fiemme” in grado di accogliere le biciclette e favorire quindi il rientro degli escursionisti che non hanno intenzione di percorrere interamente il tracciato. Il servizio navetta funziona nei mesi estivi solo il martedì e il giovedì. L’attrazione delle piste ciclabili cresce nel tempo. Attualmente il Trentino offre un reticolo di 400 chilometri percorso annualmente da circa un milione e 400mila persone. L’investimento (250mila euro a chilometro) non è poco e crescerà nel tempo. Le aree migliori sono già servite e ora il Servizio conservazione natura e valorizzazione ambientale è impegnato nelle tratte più difficili dove sono necessarie infrastrutture come ponti e sottopassi.

About Gilberto Bonani

Corrispondente giornali Trentino, Vita Trentina e Avisio

Commenta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Ulteriori informazioni | Chiudi