Moena. Commemorati i caduti di Cima Bocche

Da il 30 agosto 2010

Questo articolo è già stato letto 859 volte!

I soldati caduti nel corso del primo conflitto mondiale a Cima Bocche sono stati commemorati per iniziativa del gruppo ANA (Associazione nazionale alpini) di Moena. Per l’occasione è stata celebrata una messa al campo presso l’obelisco di Val Minera dove, nel 1917, era stato realizzato un cimitero di guerra. Nel corso dell’omelia don Giacomo Defrancesco,anche lui con un passato da alpino, ha ricordato le motivazioni che ogni anno portano decine di persone in quel luogo. «Siamo qui – ha detto – per ricordare il passato, pregare per il presente e progettare il futuro. Un futuro dove la guerra sia bandita come strumento per risolvere le controversie tra gli uomini». Dopo il pranzo a malga Bocche il coro Enrosadira di Moena ha interpretato con la solita bravura, alcuni canti della montagna. L’obelisco di Val Minera è stato costruito dalla brigata Basilicata in ricordo dei commilitoni seppelliti in quella pietraia. Alla cerimonia era presenta anche una delegazione di Genova e di Varese da cui provenivano gli scalpellini che avevano dato forma al porfido usato per realizzare il monumento funebre.

About Gilberto Bonani

Corrispondente giornali Trentino, Vita Trentina e Avisio

Commenta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Ulteriori informazioni | Chiudi