Uccisa una manza al pascolo, era del presidente del Caseificio di Fassa

Da il 25 ottobre 2014
manza morta soraga fassa

Questo articolo è già stato letto 30734 volte!

VALLE DI FASSA. Il veterinario non ha dubbi: la giovane manza ritrovata morta al pascolo mercoledì pomeriggio ha subito un’aggressione.

Mani ignote l’hanno ferita in varie parti del corpo, ma fatale è stato il taglio inferto all’altezza del collo. Ieri l’allevatore di Soraga, Paolo Brunel, ha sporto denuncia ai carabinieri che ora indagano sull’autore o gli autori del fatto. E una settimana fa, a Valfloriana, aveva destato impressione l’uccisione della cavalla, sempre con varie coltellate, del consigliere provinciale Graziano Lozzer.

«Il bestiame, mio e di un altro allevatore – spiega Brunel – si trovava al pascolo su terreni in prossimità dell’officina Touring, tra i comuni di Soraga e Vigo. Verso le 13 di mercoledì il collega Alberto Pederiva mi ha chiamato al telefono avvertendomi che aveva trovato un capo a terra morto. Sono andato sul posto e ho subito sospettato che le ferite fossero state provocate volontariamente e non causate da un animale o da una recinzione. Per questo ho allertato il veterinario che ha confermato la morte per cause esterne indicando che il fatto poteva essere avvenuto tra la notte di martedì e mercoledì».

Paolo Brunel è uno dei pochi allevatori di Soraga e possiede da tempo un’avviata stalla in località Palue. E’ anche presidente del Caseificio sociale Val di Fassa specializzato nella produzione di formaggi tipici. Difficile capire l’obiettivo dell’aggressore o degli aggressori visto che il bestiame al pascolo apparteneva a più proprietari. Paolo Brunel però fa notare che le sue bestie appartengono alla razza bruno alpina mentre quelli del collega sono pezzate rosse. Elemento che avrebbe permesso agli eventuali aggressori di distinguere bene i capi dei due proprietari. Comunque Brunel non sa spiegare il motivo del macabro gesto e nemmeno collegarlo con il ruolo ricoperto al vertice della cooperativa.

Gilberto Bonani – Il Trentino

manza morta soraga fassa

About Gilberto Bonani

Corrispondente giornali Trentino, Vita Trentina e Avisio

Commenta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Ulteriori informazioni | Chiudi