L'Istituto Culturale Ladino, tra sgambetti e menefreghismo

Da il 21 ottobre 2008

Questo articolo è già stato letto 719 volte!

istitutoculturale.JPG«Un passo falso sulla base di uno “sgambetto”». Cesare Poppi, docente universitario e membro del comitato scientifico dell’Istituto Culturale Ladino sintetizza così le affermazioni del ministro Renato Brunetta che ha inserito l’Istituto culturale ladino di Vigo di Fassa tra gli enti inutili (e quindi da abolire). In pratica uno”scivolone” del ministro che forse non sapeva nemmeno di quello a cui faceva riferimento, ma su un preciso suggerimento di una “quinta colonna”.
Quali possono essere le cause del pronunciamento del ministro? Il direttore Fabio Chiocchetti ha risposto indirettamente leggendo una mail, una delle sessanta ricevute in questi giorni, scritta da parte di Francesco Fabbri di Firenze. «Non è vero – scrive – che nessun abitante della Valle di Fassa si sognerebbe mai di rinunciare all’Istituto Culturale Ladino: anzi i primi a remarvi contro sono proprio i fassani, beninteso non tutti, ma la maggioranza mercantile e menefreghista certamente sì». C’è quindi la sensazione che la “sparata” di Brunetta corra sull’onda di un sentire sempre più diffuso in valle. Il problema – è stato detto da Fabio Chiocchetti – non è quindi contrastare il ministro Renato Brunetta, che non ha nessun potere sull’Istituto Culturale Ladino creato con legge provinciale, ma comprendere il malessere frutto di un’identità “liquida” variabile e mutevole nel tempo. Quindi quello che desta sconcerto non sono le esternazioni del ministro ma la disinvoltura con cui si passa sopra la storia della Comunità di Fassa e del Movimento ladino che si è battuto con forza per molti decenni per vedersi riconosciuto il diritto di avere questa istituzione.

About Gilberto Bonani

Corrispondente giornali Trentino, Vita Trentina e Avisio

Commenta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Ulteriori informazioni | Chiudi