La minoranza condanna l'attacco al vicesindaco di Moena

Da il 31 marzo 2010

Questo articolo è già stato letto 1235 volte!

felicetti.JPG«Si è trattato di un attacco doppiamente indegno e riprovevole, perché oltre a colpire una persona, toglie credibilità anche a una istituzione come quella del consiglio comunale». Alberto Felicetti, consigliere del gruppo di minoranza “Enrosadira” condanna senza attenuanti l’autore dell’accusa anonima al vicesindaco di Moena Giancarlo Ramus . «Mai, come consiglieri di minoranza, abbiamo ritenuto che quello degli esposti anonimi e delle accuse personalizzate possa essere un mezzo di lotta politica. Non sappiamo – continua Felicetti – chi abbia scritto quelle esecrabili righe, ma è certo che non è stato nessuno di noi, anche se l’anonimo autore si spaccia per consigliere comunale. Questa persona non è credibile né quando attacca ignobilmente il vicesindaco, né quando si autodefinisce consigliere. Con lui non abbiamo nulla a che fare, chiunque esso (o essa) sia. Quanto al vicesindaco Giancarlo Ramus, del quale per cinque anni siamo stati tenaci, ma leali oppositori, a lui va tutta la nostra solidarietà».

About Gilberto Bonani

Corrispondente giornali Trentino, Vita Trentina e Avisio

Commenta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Ulteriori informazioni | Chiudi