Inaugurata la scuola di Pozza

Da il 14 settembre 2009

Questo articolo è già stato letto 996 volte!

inaugurazionescuola.JPGBattesimo con la pioggia per il rinnovato edificio scolastico della scuola primaria dedicato alla figura di don Luciano Gross. 136 giovani studenti hanno fatto il loro ingresso nelle aule dopo il rituale taglio del nastro che segna la riapertura dell’istituto, oggetto di adeguamento per renderlo idoneo a una comunità scolastica in crescita. Oggi sono dieci le aule disponibili a cui si aggiungono la palestra e le aule speciali.« Sono orgogliosa – ha detto il sindaco Alessandra Cloch – di concludere questo ultimo intervento sulle strutture scolastiche perché se è vero che sono importanti i contenuti e le persone, non lo sono da meno gli ambienti». L’amministrazione comunale di Pozza ha investito in edilizia scolastica, nel corso dell’ultima legislatura, un milione e 400 mila euro di cui 740 mila sono trasferimenti provinciali. I lavori hanno riguardato la scuola materna di Pera, la copertura delle scuole medie, l’ampliamento e adeguamento delle elementari alle norme antincendio. Il patrimonio di edifici scolastici della Valle di Fassa ammonta a dieci unità, di cui due per le scuole secondarie di 2° grado, tre per secondarie di primo grado (medie) e 5 plessi di scuola primaria. A questo vanno aggiunte le scuole materne di Moena, Soraga, Vigo, Pera, Campitello e Canazei. Con questi ultimi interventi, a cui si aggiungono il nuovo polo scolastico di Moena (anno 2007) e il rifacimento della scuola elementare di Vigo di Fassa (anno 2008), si può dire che il patrimonio edilizio delle scuole di valle è più che adeguato. Manca all’appello solo la Scuola d’Arte “Soraperra” di cui esiste già il progetto esecutivo. I lavori di cantiere inizieranno nel 2010, al termine dell’anno scolastico. Bene quindi ma per meglio operare sarebbero necessarie strategie unificanti fra le amministrazioni per affrontarne temi comuni tra cui anche localizzazione e investimenti in strutture scolastiche. Ieri hanno fatto il loro ingresso nelle aule complessivamente 1159 studenti suddivisi nella scuola primaria (514), secondaria di primo grado (363), Istituto statale d’arte (172) e liceo (110). Quest’ultimo affronterà per il primo anno l’esame di maturità: un test importante per verificare il livello di preparazione raggiunto dagli studenti. La popolazione scolastica in Valle di Fassa è in leggera crescita e aumenta il numero degli stranieri che la frequentano Il “sorastant” Mirella Florian ha salutato studenti e genitori della scuola elementare don Luciano Gross ricordando come la scuola sia un fattore importante per l’apprendimento e la socializzazione. Per questo ha augurato ai giovani allievi di mantenere intatta la curiosità e la meraviglia che accompagna il primo ingresso nella scuola. Ai genitori ha chiesto di non lasciar soli i figli ma di supportare il lento percorso di autonomia. Ai docenti di accompagnare il progetto di vita di ogni ragazzo cercando di raggiungere per tutti la piena cittadinanza. Infine un invito ad aprirsi al mondo senza dimenticare le proprie radici.

About Gilberto Bonani

Corrispondente giornali Trentino, Vita Trentina e Avisio

Commenta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Ulteriori informazioni | Chiudi