Il Puzzone è DOP

Da il 29 marzo 2013

Questo articolo è già stato letto 958 volte!

E’ ufficiale. Il Puzzone, gloria casearia di Moena e Predazzo, può fregiarsi della denominazione d’origine protetta (DOP).La gazzetta ufficiale dell’Unione europea ha pubblicato tutti gli atti relativi a questo formaggio conosciuto anche con il nome di Spretz Tzaorì (formaggio saporito). Il disciplinare approvato dall’Unione europea stabilisce che il Puzzone deve essere ottenuto da latte di bovine razza Bruna, Frisona, Pezzata Rossa, Grigio Alpina, Rendena, Pinzgau e loro incroci. L’alimentazione degli animali deve essere almeno per il 60% da foraggio proveniente dalle valli di Fassa, Fiemme e Primiero. La razione alimentare delle bovine può essere integrata con mangimi che non contengano però sottoprodotti di lavorazioni alimentari. E’ escluso l’utilizzo del latte ottenuto da bovine alimentate con insilati di qualunque tipo. In passato, il Puzzone per il suo sapore e afrore accentuato era particolarmente apprezzato dai valligiani perché, anche in piccole quantità, insaporiva le modeste pietanze dei contadini spesso a base di polenta o patate. La sua fama, ormai internazionale, inizia nel 1984 al Concours International des Fromages de Montagne di Grenoble, dove il merito del Puzzone fu riconosciuto con una medaglia di bronzo. Puzzone Moena

About Gilberto Bonani

Corrispondente giornali Trentino, Vita Trentina e Avisio

Commenta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Ulteriori informazioni | Chiudi