"Giallo" sulla candidatura di Valeria Voltanella

Da il 21 ottobre 2008

Questo articolo è già stato letto 1995 volte!

Si tinge di “giallo” la mancata candidatura dell’architetto Valeria Voltanella nelle lista “Fassa”. Il volto della signora era apparso su giornali e manifesti. Poi improvvisamente, mormorata sottovoce e affidata al passaparola, la notizia dell’impossibilità di presentarsi alla tenzone elettorale a causa di un errore materiale compiuto dagli uffici comunali. Del tutto diversa la spiegazione offerta dal segretario comunale dott. Pierino Ferenzena che parla di “svista” da parte della lista “Fassa”.
« In data 11 settembre 2008 la signora Valeria Voltanella – spiega il segretario comunale – richiedeva all’Ufficio elettorale del Comune un certificato di iscrizione alle liste elettorali, che veniva immediatamente rilasciato con la dicitura prevista dalle norme provinciali in materia. Pochi giorni dopo, un candidato della stessa lista di appartenenza, richiedeva all’Ufficio elettorale lo stesso certificato a nome della Signora Voltanella. Questo certificato veniva rilasciato da altro addetto senza la specifica dicitura aggiuntiva prevista dalla legge provinciale in materia elettorale. Il giorno successivo i due addetti all’Ufficio elettorale comunale, prendendo atto che erano stati rilasciati due certificati alla stessa candidata (di cui uno non completo), comunicavano personalmente al Signor Vigilio Desilvestro – rappresentante della “Lista Fassa” – la necessità di presentare al competente ufficio provinciale, il certificato rilasciato personalmente alla Signora Voltanella». Il 26 settembre il Comune di Moena veniva interpellato telefonicamente dalla Commissione elettorale provinciale per accertare il motivo della mancata dicitura sul certificato elettorale rilasciato a nome della Signora Voltanella. In quel momento l’Ufficio elettorale comunale ha compreso che non era stato presentato, il certificato corretto. «Immediatamente – conclude il segretario – veniva avvertita la Signora Voltanella che si presentava all’Ufficio elettorale del Comune con il certificato “corretto” del quale si trasmetteva telefax all’Ufficio elettorale provinciale.

About Gilberto Bonani

Corrispondente giornali Trentino, Vita Trentina e Avisio

Commenta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Ulteriori informazioni | Chiudi