Festeggiato "Sent Antone de jugn" al passo S. Pellegrino

Da il 13 giugno 2009

Questo articolo è già stato letto 743 volte!

pellegrinoblog.jpg“Sent Antone de jugn”. L’antico richiamo in lingua ladina non è stato dimenticato. Erano molte le persone che, complice la bella giornata, si sono messe in cammino verso il Passo S. Pellegrino per festeggiare S. Antonio da Padova, presso la chiesetta a lui dedicata. Molte le associazioni, tra cui la locale sezione della Sat, che hanno rispolverato la tradizione di un tempo quando le popolazioni di Fassa e Biois si ritrovavano prima di iniziare l’attività di fienagione per implorare l’aiuto del Santo. Tra i vari meriti di S. Antonio c’era infatti anche quello di proteggere gli animali domestici che in estate salivano sugli alpeggi esponendosi al rischio di cadere in qualche forra o di essere colpiti dal fulmine. Alle 11 in punto è stata celebrata la Messa nella chiesetta rimessa a nuovo dall’amministrazione comunale. Don Enrico Conci ha ricordato la tradizione che oggi ha perso la sua ispirazione originaria ma che comunque permette di «staccare» dagli impegni quotidiani prima della lunga stagione estiva per riflettere sui valori essenziali che poi sono il succo della vita. Un tempo i pellegrini che raggiungevano il passo si munivano di una ciotola di latta e di un cucchiaio per mangiare la zuppa di fave, offerta per l’occasione dal priore dell’ospizio del passo S. Pellegrino. Un ristoro per il lungo cammino sostenuto in un tempo dove mangiare tre pasti al giorno era quasi un lusso. Oggi l’ospizio è deserto e ormai un rudere. L’amministrazione comunale ha comunque offerto ai convenuti la zuppa d’orzo presso la malga S. Pellegrino come segno di continuità. L’auspicio di tutti è che l’ospizio possa tornare a vivere e che tra qualche anno i moderni pellegrini possano consumare il piatto di zuppa all’interno dello storico edificio rimesso a nuovo.

About Gilberto Bonani

Corrispondente giornali Trentino, Vita Trentina e Avisio

Commenta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Ulteriori informazioni | Chiudi