Dopo Auschwitz, riflessioni dei giovani di Fassa

Da il 9 febbraio 2009

Questo articolo è già stato letto 766 volte!

ragazzitreno.jpgUna visita ad un luogo di orrore assoluto e violenza muove qualcosa dentro. Non può non sconvolgere il cuore degli uomini e delle donne – giovani e adulti – che fanno questa esperienza. E così il giorno successivo alla visita del campo di concentramento di Auschwitz – Birkenau è stata dedicata alla riflessione.Nelle sale comuni degli ostelli, sulle scale, nelle stanze, i ragazzi del “Treno della Memoria”, guidati dai loro educatori, hanno formato gruppi di discussione. E hanno parlato. Parlato. Parlato. Hanno iniziato con l’analizzare ciò che hanno vissuto ieri. Emozioni, impressioni e pensieri. Hanno parlato dell’ideologia nazista e delle sue terrificanti conseguenze.La discussione – per lo più condotta dai ragazzi e solo di tanto in tanto “orientata” dagli educatori – in molti casi ha toccato anche alcuni punti in comune tra nazismo e altri totalitarismi, come il comunismo. Le opinioni erano spesso diverse e questo è stato garanzia di un dibattito vivace che potete trovare nel blog dei giovani reduci da questa importante esperienza.

About Gilberto Bonani

Corrispondente giornali Trentino, Vita Trentina e Avisio

Commenta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Ulteriori informazioni | Chiudi