Da Fassa un ecografo per l’Ospedale di Cavalese

Da il 19 novembre 2015
ecografo portatile

Questo articolo è già stato letto 30532 volte!

Il Comun general de Fascia e i 7 Comuni della val di Fassa, insieme alla Comunità di Fiemme uniti per l’Ospedale di Cavalese.

Le due vallate donano all’Unità Organizzativa di Anestesia e Rianimazione un nuovo ecografo portatile, un bel segnale per riaffermare la vicinanza al presidio ospedaliero del territorio nel suo 60° anniversario.

Il Comun general de Fascia, coi 7 Comuni della val di Fassa, assieme alla Comunità di Fiemme e alle Casse Rurali di Fiemme e Moena, hanno messo a disposizione la somma necessaria per l’acquisto di un apparecchio ecografo Sonosite S-Nerve dotato di carrello per la movimentazione, con due sonde ecografiche e i relativi software di utilizzo, da dare in dotazione all’Unità Organizzativa di Anestesia e Rianimazione dell’Ospedale di Cavalese, per rendere l’attività degli anestesisti più veloce e precisa, quindi più efficace.

L’investimento dei Comuni e del Comun general de Fascia è stato di 5.000 euro totali, suddivisi tra loro equamente, in quanto l’Ospedale ha egual importanza ed è allo stesso modo necessario per tutti i cittadini.
In questo periodo il presidio ospedaliero delle due vallate è a rischio, in quanto la questione della chiusura degli ospedali periferici è attualmente in discussione, e con questo gesto di vicinanza le due Comunità hanno voluto dare un segnale concreto per il sostegno e il mantenimento della struttura di Cavalese. Già è stato sottoposto alla Provincia Autonoma di Trento un documento redatto e condiviso da tutti i Comuni di Fassa, col Comun general capofila, ma l’acquisto dell’ecografo vuole essere un segno tangibile di vicinanza e coesione per un solo obiettivo: la custodia dell’Ospedale di Cavalese.

Ed è in questi giorni di ricordi e festeggiamenti per il 60° anniversario dell’inaugurazione nell’Ospedale di Cavalese, che il Comun general de Fascia guarda al futuro con ottimismo e con la speranza che un nuovo ospedale all’altezza delle esigenze dei cittadini di Fassa, Fiemme e degli ospiti che accolgono le due valli, sia inserito nella programmazione della PAT.

La Procuradora – Comun general de Fascia
Elena Testor

ecografo portatile

About VallediFassa.com

Blogger di www.valledifassa.com www.valledifiemme.it e www.predazzoblog.it

Commenta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Ulteriori informazioni | Chiudi