Conclusi i lavori al teatro Navalge

Da il 27 agosto 2012

Questo articolo è già stato letto 1455 volte!

L’attesa è stata lunga, anzi lunghissima, ma il colpo d’occhio fa in parte giustizia. Il teatro Navalge, finalmente concluso, mostra la grande sala da 600 posti, cuore del complesso che conta un luminoso foyer, sale per eventi e congressi, ufficio turistico e impianti sportivi. Sul soffitto del teatro ondeggiano grandi vele di legno per migliorare l’acustica mentre i loggioni laterali assomigliano a onde bianche che lambiscono la platea disseminata da file ordinate di poltroncine di un accattivante color verde pistacchio. La loro rigida simmetria potrà essere sconvolta in caso di necessità, visto che aderiscono al pavimento tramite ventose. Il boccascena, incorniciato dal sipario rigorosamente in velluto con tonalità rosso cardinale, apre al palco dalle dimensioni di una piazza. In alto lo sguardo si perde nella tanto discussa torre scenica, alta quasi venti metri. Non c’è più traccia della fossa per l’orchestra , nascosta dal pavimento di legno chiaro. Alla cabina di regia arrivano un quantità impressionante di cavi che costituiscono il sistema nervoso della struttura. Dai pannelli di controllo si comandano le luci, i movimenti di scena, il sistema di amplificazione e suono , gli apparati video e di ripresa. Quello che avviene sul palcoscenico della sala può essere visionato in tutto l’edificio. Questa volta l’appuntamento del fine lavori, tante volte mancato, è stato mantenuto.

About Gilberto Bonani

Corrispondente giornali Trentino, Vita Trentina e Avisio

Commenta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Ulteriori informazioni | Chiudi