Cinque centesimi di secondo lasciano fuori dal podio il fassano Stefano Gross

Da il 23 febbraio 2014
Stefano Gross

Questo articolo è già stato letto 22899 volte!

Disappunto tra gli sportivi fassani per l’esclusione dal podio del giovane discesista Stefano Gross che a Sochi, nella gara di slalom speciale di sabato, è arrivato quarto con un distacco di appena 5 secondi dal terzo classificato. C’è comunque la consapevolezza che il giovane fassano, 27 anni, potrà in futuro dare ottime soddisfazione allo sci nazionale.

«Per noi – spiega pacatamente papà Gino – il quarto posto è una bella notizia dopo un periodo difficile che ha visto anche la morte della nonna. Il piazzamento di sabato testimonia che Stefano può fare molto, ma soprattutto, e lo dico con l’orgoglio di genitore, ha meritato la fiducia che i tecnici avevano riposto in lui». Papà Gino ha seguito con occhio esperto le evoluzioni di Stefano tra i paletti predisposti dal vecchio Kostelic, un tracciato aritmico, insidioso, arzigogolato che ha fatto vedere i sorci verdi a parecchi concorrenti. «Ha superato bene il tranello sistemato in maniera inopportuna da Ante Kostelic – spiega – ma è nella seconda parte della gara l’ho visto rallentare. Probabilmente avevo speso tutte le sue energie all’inizio della discesa e gli è mancata la spinta per portarlo sul podio».

About Gilberto Bonani

Corrispondente giornali Trentino, Vita Trentina e Avisio

Commenta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Ulteriori informazioni | Chiudi