Chiuse le indagini sulla Cassa Rurale di Moena, filiale bellunese

Da il 26 febbraio 2009

Questo articolo è già stato letto 792 volte!

cassarurale.JPGMauro Conedera è stato rinviato a giudizio per truffa, falso e appropriazione indebita dal pm di Belluno Massimo De Bortoli. L’ex responsabile della Cassa Rurale Val di Fassa e Agordino, filiale di Taibon, è ritenuto responsabile di aver svuotato i conti correnti di 24 clienti per un ammontare complessivo di due milioni e 210 mila euro. I fatti risalgono nell’arco temporale compreso tra il 2001 e il 2006. Secondo l’accusa il signor Conedera avrebbe falsificato le firme dei correntisti ma lasciando traccia del passaggi delle somme sul suo personale conto bancario. L’ex direttore della filiale di Taibon Agordino si dichiara innocente e cercherà di chiarire il fatto con l’aiuto del suo difensore, l’avvocato Prade. (dal quotidiano TRENTINO)

About Gilberto Bonani

Corrispondente giornali Trentino, Vita Trentina e Avisio

Commenta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Ulteriori informazioni | Chiudi