Canazei, ustioni gravi per aver acceso la stufa con l’alcool

Da il 8 gennaio 2015
elisoccorso notturno trentino

Questo articolo è già stato letto 31390 volte!

Soccorso lungo e concitato questa sera per  i volontari della Croce Bianca e gli operatori del 118. La chiamata per un soccorso è partita, verso le 19.30, da Canazei, da una delle abitazioni del centro storico, in via Cleva.

L’informativa parlava di un incidente domestico e per questo a mobilitarsi sono stati per primi i volontari della Croce Bianca del posto. Ma al loro arrivo, gli operatori sanitari si sono resi conto subito della gravità della situazione: un giovane trentunenne si era ustionato su gran parte del corpo a causa di una fiammata di ritorno. È probabile che il giovane – un extracomunitario impegnato in un lavoro stagionale in valle – abbia usato dell’alcol per accendere o ravvivare il fuoco, e che la fiammata provocata dal liquido infiammabile l’abbia investito in pieno. Per questo, poco dopo, è stato richiesto dagli operatori della Croce Bianca l’intervento dell’elicottero, che è decollato da Mattarello alla volta di Pozza di Fassa, la località più vicina provvista di piazzola per l’atterraggio dell’Agusta in dotazione al nucleo elicotteri.

A bordo, il medico rianimatore, che ha stabilizzato il paziente, trovato in condizioni molto gravi: LEGGI TUTTO

elisoccorso notturno trentino

About VallediFassa.com

Blogger di www.valledifassa.com www.valledifiemme.it e www.predazzoblog.it

Commenta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Ulteriori informazioni | Chiudi